Autoprefazione

(A tutti i miei versi urbinati che fur, sono e saranno).

di Lucia Fiabòn

Febbraio 1980

 

Se tra voi con due rime metto il becco

non è per far la prima della classe:

potrei riempire settecento casse

di critiche più aspre ad altri, ed ecco

 

di questi versi la vera ragione.

con tutti i guai che avete sulla groppa

non avete il cervel pieno di stoppa.

La Città vostra e l'Amministrazione

 

prendono granchi (e ciò succede a tutti)

ma - questo è raro - sono sempre attente

ad ascoltar la voce delle gente.

Fosse così il ministro Valitutti!

 

e così fosse chi per tanti anni

con prepotenza, arbitrio, confusione,

ha sgovernato la nostra nazione

aggravandone i già gravi malanni.