DEMÒPOlis

     Bollettino politico e culturale n. 14  Anno VI ­- Marzo-Aprile 2008

Direttore Lucius F. Schlinger

Responsabile (L. Fabi,Via E. Bernini, 1 -  61029 Urbino (PU) tel (0722)4211 cell. 328-4428209

 

   *usate visualizza e zoom se necessario per caratteri e immaginI

= Dobbiamo scusarci con i nostri 25 milioni di lettori (o miliardi, con tutti questi extraterrestri che qualcuno dice di vedere ad ogni piè sospinto?) per il ritardo con il quale riceveranno questo numero del bollettino e per qualche possibile svista. Infatti i piccoli gnomi che, come abbiamo ricordato altre volte, spadroneggiano nei moderni elaboratori elettronici, forse stanchi dei nostri discorsi, ci hanno piantato in asso. E si sono presi anche qualche indirizzo e mail. Ma veniamo all’ apertura .

*****************************************************************

“BELLE FRANCE” POTREBBE ENTRARE NELL’ ORGANIZZAZIONE MILITARE DELLA NATO, OVVERO PEGGIO CHE CON DE GAULLE.

    E’ recente la notizia secondo la quale la Francia, abbandonando un carattere fondamentale della sua tradizionale indipendenza d’ iniziativa politica, una posizione spesso affermata con l’orgoglio di chi si sente alleato e non servo,  starebbe  decidendo di entrare nell’organizzazione militare dell’Alleanza atlantica. Questa scelta potrà condurre in futuro la Francia  a prender parte alle dissennate iniziative “pacificatrici” condotte dal potente alleato di Washinghton del tipo di quella in Iraq contro le inesistenti “armi di sterminio”:   tragedie immense, con  enormi perdite di vite umane tra  i nemici inventati e le stesse truppe USA. Ci ritorna in mente un passo di un racconto dell’americanissimo E.A. Poe con la battuta (non riguardante problemi militari) sulla belle France e la stupide Amerique. Naturalmente qui sarebbe la belle France che fa la stupide. Ciò  anche se, ovviamente, per noi nessun popolo è stupido. Lo sono invece talvolta i governanti, oppure sono troppo furbi, ma i risultati sono sempre disastrosi.

L’atteggiamento del governo americano in un gran numero di situazioni è  quello di chi  usa la forza per sistema, anche quando sono possibili trattative e risoluzioni pacifiche dei problemi e la Fancia si assumerebbe una responsabilità gravissima nei confronti di tanti popoli che di lei conscono la dignità  con cui svolge il suo importante  ruolo internazionale.

Ricordiamo che in America latina gli USA sono stati sempre in pieno accordo con le peggiori cricche reazionarie favorendo tra l’altro la tragedia dell’Argentina con  uno dei governi più crudeli e sanguinari della storia. Il Cile progressista di Allende fu  trasformato in una grande  prigione e in una  camera di tortura per tutti i democratici, ma nessuno dei perbenisti di turno propose  in quegli anni di boicottare qualche manifestazione sportiva USA.   

 Non dimentichiamo il  Vietnam!    lfs

 

*******************************************************************************

 

NOTA  di Alfio Cubani

Non ci sorprende il fatto che il capo di forza italia abbia pensato fino a poco fa di inserire tra i suoi candidati  ciarrapico,  editore con fama di filofascista o proprio fascista il quale non  si è mai curato di smentire tale fama come abbiamo sentito e visto a partire dal 12 Marzo di quest’anno in molti tg, gr e quotidiani stampati di ogni tendenza politica, sempre disponibili su internet. Il fatto che tale cittadino (o  dovremo dire camerata per non recargli dispiacere?) possegga una rete di giornali  è sembrato  all’ex presidente del consiglio una piena giustificazione per tentare la bella impresa,   ma così il capo è riuscito a far storcere un pochino il naso perfino ai suoi  fidi della lega e di a. n.  

Lui, infatti  - che controlla più di una rete televisiva e ed ha le mani in pasta in molti giornali - dice di non avere sufficiente presenza nei mezzi di comunicazione di massa, ma potremmo scommettere che, nonostante il cognome così significativo,  non ci crede neppure il suo devoto amico  Emilio Fede ….

Se abbiamo rilevato più volte come il nome ed il colore nei manifesti del partito dell’ex pres. del cons. siano  di fatto un modo di confondere le idee alla gente, ora anche la sigla pdl dopo la nascita del pd non è da meno. Non ci sorprende neppure il fatto che certi individui non possano evitare di far confusione con nomi, colori e sigle. E tra  la sua gente cioè tra chi può“vantare” una eredità diretta di Almirante o insulta Garibaldi, fischia l’Inno di Mameli e se la prende col Presidente Napolitano da un lato  e dall’ altro lato tutti gli altri, crediamo che i cittadini non  dovrebbero avere molto imbarazzo nello scegliere.  Crediamo  inoltre che, anche apprezzando la presenza del partito di Casini, se vogliono davvero cambiare qualcosa dovranno andare certo decisamente più a sinistra del PD di Veltroni. Comunque l’azzurro in tutte le sue intensità dal celeste chiarissimo quasi bianco al blu quasi nero  è sempre stato e resterà il colore preferito di Demòpolis.

Il rosso indica la scelta politica comune ed irrinunciabile. Per noi, infatti, qualunque partito va bene, purché, beninteso, come dice  il Direktor, sia comunista.

 

                                                                                                                      a.c.

 Uno sguardo appena al cielo con L. Fabi

 

 

 

Il cielo di Primavera in una carta tratta dal vecchio Atlante celeste di Johachim Herrmann. Consigliamo di agire con Visualizza + Zoom e di regolare luminosità e contrasto fino ad adattare la carta alla vista del lettore. Guardando verso nord abbiamo l’Est a sinistra e l’Ovest a destra. Sono ben visibili le costellazioni delle due Orse, con la Stella polare  al centro,  la Lira con Vega in alto a sx, Ophiuchus che sorge a sx più in basso, il Cigno con Deneb, l’Aquila con Altair (m 0.9) mentre la Via lattea, qui indicata, non è generalmente distinguibile a causa delle luci artificiali che, oltre allo spreco di energia, raggiungono anche questo bel risultato per la gioia degli astròfili e di tutti coloro che amano comunque guardare il cielo. Si vedono inoltre Cassiopea  (forma di W opposta all’Orsa maggiore rispetto alla Stella polare), Perseo con Algol ( e Mirfak (), nella figura un po’ più in basso), a dx, l’ Auriga con la luminosissima Capella (m 0.08) ed il Toro con Aldebaran (m 0.99) sempre a dx più in alto. Al margine sinistro vediamo Ercole presso l’Ophiuchus che si trova sotto Vega, mentre più in basso verso il centro  si distingue la caratteristica forma  di Bootes con Arcturus (m 0,16) che praticamente insieme a Vega(m 0.03) è la stella più luminosa dell’emisfero celeste Nord e si vede benissimo sia per la grande luminosità, sia perché viene indicata dalla coda dell’Orsa.  Abbiamo dato anche in altri numeri del bollettino alcune luminosità apparenti medie  dato che anche le più costanti presentano spesso un minimo di variabilità. Ancora sulla destra vediamo Orione ormai al tramonto  e il Canis minor con Procyon (m 0.40) mentre il Canis maior con Sirius, la stella che ha la massima  magnitudo  dell’intero cielo (~m - 1.5) nella figura è già tramontata.Tra i pianeti, non rappresentati naturalmente in questa carta che può dare indicazioni generali per alcuni mesi, possiamo trovare (solo usando un planetario) il 6 Aprile Luna nuova  dopo di che inizia a crescere  in Pisces poi in Aries, Mercurio e Venere molto vicini al Sole e quindi non osservabili con mezzi ordinarî, Marte in Gemelli (magnitudo 0.9), Giove molto basso e quindi osservabile per breve tempo (sorge verso le 3 del mattino in Sagittario con  m – 2.2), Saturno (m 0.4) nel Leone, vicino alla stella Regulus).Ricordiamo ancora che la magnitudo, grandezza visuale apparente dei corpi celesti, non corrisponde affatto, ovviamente, alla loro luminosità reale (energia emessa nel visibile e per estensione in tutte le lunghezze d’onda) ma a quella che giunge all’osservatore terrestre ed è tanto minore quanto più il numero è alto, così che gli astronomi hanno introdotto anche la grandezza 0 (Zero) e quelle negative, assegnando alla Stella polare la magnitudo + 2 ed in qualche modo salvando l’ espressione comune prima grandezza che corrisponde ad un astro di  magnitudo 1 ovvero  con  luminosità apparente circa due volte e mezzo (2,512 volte) inferiore. alla Zero e di altrettanto superiore  alla   seconda (m +2). Inutile ricordare che il quadro cambia a seconda dell’ora dell’osservazione. Lo Zodiaco è visibile qui dal Toro alla Bilancia e  si vede bene Spica in Virgo, mentre la linea nera è l’Equatore celeste. L’uso delle lettere greche per le stelle e dei genitivi latini per le costellazioni. è sempre il modo  razionale ed universale per eccellenza. Ad es. alpha) Canis majoris = Sirio, e quando queste non bastano si adottano altre denominazioni specifiche. Nella carta della versione italiana di Herrmann questo tipo di indicazione non  viene però usato  ed anche  i nomi degli oggetti indicati sono pochi e  altri sono presenti  solo nel testo.

         Per alcune categorie di  grandi oggetti (si pensi ad esempio alle galassie) si danno denominazioni diverse più o meno complesse Catalogo M (Messier), NGC ( New General Catalogue) und so weiter.

Nell’ambito del programma Earth troviamo comunque, oltre a magnifiche

informazioni e illustrazioni di tanti luoghi della Terra, anche un catalogo assai 

completo e sempre aggiornato di oggetti celesti: Stelle, costellazioni,  ammassi

nebulose ed altri oggetti galattici, ma anche galassie e  altri oggetti esterni con indicazione di dimensioni, caratteristiuche generali, distanze u.s.w.

 

         §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

 

Bianca Ulfio

ALITALIA. Non c’è bisogno di fanfaronate

né di cordate. Non deve infatti essere frustata né impiccata. Deve funzionare  e non ha importanza che sia svenduta a questi e quelli. Il controllo pubblico è anzi  secondo Demòpolis una garanzia fondamentale. Non si capisce davvero perché tutto ciò che è gestito dai privati dovrebbe funzionare magnificamente e tutto ciò che è pubblico dovrebbe essere una frana. Forse perché chi gestisce le  attività pubbliche  fa  l’interesse  proprio e non quello della cosa pubblica? Se è cosi deve essere punito. Diciamo se, ma vediamo intanto come  un tale comportamento può essere controllato e come vengono pagati i vari capi della compagnia di bandiera. Non parliamo dei piloti, ma dei capi  Non sarà per caso come nelle ferrovie che sono poche, sprecano, non funzionano e costano come e più che all’estero?

 

***************************************************************

Qualche neologismo di Schlinger

Gotta: 1)Sorso  di donna 2) Errore diffuso per Dea in  ted. che è invece Göttin.

Mostra: Essere femminile di aspetto mostruoso.

Mulino: Mulo non ancora adulto.

Parcheggio = Appuntamento con le tre parche (Cloto Lachesi, Atropo)

Sciopero della respirazione = atto di protesta più forte ma più  breve di quello di fame e sete.

 

Le pulci nell’orecchio di Lucia Fiabon

  = Date contributi alle associazioni laiche e senza scopo di lucro quali  Save the Children, Medici senza  frontiere, Emergency. AIRC  ed altre che agiscono in situazioni difficili o pressoché disperate, mentre tanti governi sprecano enormi somme per le armi..

=Rifiutate di acquistare giornali e riviste che contengano servizi di astrologia, anche se sono fogli autorevoli. Oppure scrivete in tali casi alle redazioni per manifestare il vostro dissenso.

= Sostenete la campagna  continua dell’UAI-SCIS contro tutte le truffe dell’astrologia.

= Seguite e sostenete le attività concertistiche della vostra città;

=  Criticate sempre gli adattanenti volgari di musiche antiche, classiche e moderne in un ambiente che spesso presenta solo quelle e quasi mai gli originali.

= Boicottate,per quanto possibile i prodotti USA fino a quando Bush sgovernerà. L’abbiamo già detto? Pazienza! Certe réclames per radio e tv sono anche più frequenti e si fanno a volume più alto delle normali trasmissioni trattando i cittadini come tonti.

= Visitate gli osservatorî astronomici nazionali ed esteri.

= Leggete sul sito www.luciusfabi.it  i numeri arretrati di Demòpolis. Si dice infatti che lo sbadiglio sia cosa alquanto salutare.

 

 

 

ULTIM’ORA

Chi dice  di voler usare  fucili  o  cannoni contro la Repubblica deve sapere che essa può contare su MAGISTRATURA, corpi di POLIZIA,  ESERCITO che sanno  da che parte stare. La pretesa  di lega & C di modificare all’ultimo momento le schede elettorali violando una legge  di cui  un LEGHISTA è stato il principale promotore nell’ambito del  centrodestra , è RIDICOLA come  sono  ridicole la padania e altre amenità destrorse. Un motivo in più per negare ogni sostegno a certa gente. Qualunque azione in favore della secessione dalla Repubblica Italiana, sempre tenendo presente che in tali situazioni  è la  Magistratura  che interpreta le leggi e decide, dovrebbe a nostro avviso, condurre all’ incriminazione dei responsabili. Non commentiamo neppure, infine, certi atteggiamenti del capo di f. i. nei confronti del Presidente della Repubblica

 vidit director lfs

(vidit director lfs)