DEMÒPOLIS

 

SETT-OTT 2007 ANNO SECONDO (IV)   INFORMAZIONI E COMMENTI 

Direttore Lucius F. Schlinger, responsabile Luciano. Fabi*

EDITORIALE DI  ALBA FUCINIO

 

UNA   SOCIETÀ  DI VENDUTI è questa che tanto piace a chi parla sempre di cambiamento ma non muove un dito per cambiarla, con tanti baciamani alla mafia  che  ha una delle  sue “basi”culturali” odierne nella  pubblicità senza freni volta a frastornare un’opinione pubblica  troppo spesso incapace di difendersi anche da quella più sfacciatamente ingannevole, ossessiva, pappagallesca che interrompe qualunque trasmissione per centinaia di volte al giorno nei canali TV  e urla  nei. locali pubblici  con insopportabili musicastre idiote. Sono convinta  che  in realtà essa sia  stupida sul piano culturale, quanto è  grossolanamente furba sul piano psicologico, impiegando molti dei “beniamini” del pubblico che si vendono spesso senza pagare le imposte sui colossali profitti che in tal modo realizzano in perfetto accordo di fatto con  la mafia straripante . Rimedi? Prima di tutto controlli estremamente accurati e severi  per i quali oggi  esistono buoni strumenti che sarebbe ora di  usare senza  troppi riguardi. Ma devono essere in prima fila i progressisti, le sinistre più avanzate ad  imporre queste soluzioni. Un’altra prospettiva che  favorisce di fatto interessi mafiosi è l’invito a pagare alle regioni. le imposte  dovute allo Stato. Qui non siamo alla patetica e squallida  buffonata dell’elezione di miss padania.Siamo all’istigazione a compiere  un reato per il quale (come i miei colleghi uso le maiuscole solo quando servono)   le Leggi della Repubblica prevedono il CARCERE. Anche la mafia, infatti, non vuol pagare le tasse sulle sue entrate e non sopporta il potere dello Stato unitario, ma non è un esempio da seguire, come non è da se guire la pratica dell’incendiare i boschi per  avere aree fabbricabili o utilizzabili per il. pascolo, oppure per preparare nuove assunzioni di gente  che dovrebbe vigilare  contro gli incendî. Le aree incendiate debbono essere dichiarate non fabbricabili e  non  utilizzabili da privati per almeno 50 anni e le assunzioni di persone con incarichi di vigilanza ai boschi o di rimboschimento debbono avvenire al di fuori delle regioni che hanno  subito danni per incendî. Così forse ostacoleremo gli incendiarî assassini cui ancora non bastano  oltre 71 morti tra Grecia,  Italia  e Croazia, ma mentre scrivo il tremendo bilancio sale forse  ancora. ui non sQUI non si<amo alla

 

Consideriamo poi i mostruosi introiti dei produttori e grossi rivenditori di derivati dal petrolio,  di automobili,  pneumatici, prodotti varî da usare per  costruzione di strade, ricambi di auto ed altri veicoli a benzina.

 In quarant’anni quanti chilometri di linee ferroviarie (molto sicure) sono stali costruiti? E quante migliaia di chilometri di autostrade (molto pericolose)? Che importa di questo alla  mafia del Centro-nord e del Sud? Ma alle Leggi della Repubblica che sono tra l’altro in armonia con le prospettive fondamentali della Confederazione Europea si obbedisce in tutti i territorî della Repubblica e della Confederazione, oppure si fanno i periodi necessarî di CARCERE, non un secondo in più né in uno in meno. (a f)

A parte quella del responabile, tutte le firme sono facili indicazioni criptate dei collaboratori a lui ndissolubilmente collegati.

 UN’OCCHIATA AL CIELO con L. Fabi. Sempre ringraziando Paolo Fox Volpini e l’UAI SCIS

Indichiamo subito nel cielo  di Settembre (sempre con l’iniziale maiuscola, alla tedesca, per non  farmi bacchettare dal Direktor (Director) la caratteristica W di Cassiopeia (Cassiopea) con (qui da dx a sx)

b (Caph), a(Schedar) g (Tsih), d (Ruchbah).e (Segin). La costellazione è visibile tutto l’anno in posizione  pressoché opposta all’Orsa maggiore rispetto alla Stella polare, nell’ immagine in alto a sx,  ma non visibile,  rintracciabile in una mappa più estesa, non lontana da Cassiopea.stessa.

Possiamo  poi indicare bene qui sopra anche le altre costellazioni legate al mito di Perseo & C, a cominciare appunto da Perseo (Persὴuz ). Vediamo dunque sulla sx Mirfak, a (alfa)  e Algol,b (beta) la famosa variabile,  stella del Diavolo  perché contraddiceva il dogma dell’immutabilità degli oggetti celesti. Si tratta di una variabile ad eclisse in cui due stelle di diversa luminosità  si occultano sul piano visuale dell’osservatore terrestre.  La sua magnitudo (grandezza visuale apparente) varia da  +2.1 ( al massimo) a + 3.4 (al minimo, quando la meno luminosa occulta la  più brillante) e il fenomeno è ben  visibile ad occhio nudo ogni 2,87 giorni. (Cfr,oltre all’Almanacco UAI,  tra gli altri Alan Mac Robert in Sky & Telescope, ediz. ital. a cura di Mario Farina). Vediamo anche Andromeda con Alpheratz sulla dx, ai confini di Pegaso e quindi,verso sx, Mirach e Almach vicine alla magnitudo +2, mentre,  prossima in pratica alla  scritta, si trova la posizione della grande galassia  m 31.  Sotto  troviamo il cielo di un’altra zona molto ampia, visibile alle latitudini  dell’Italia centrale. In basso nella mappa trovate l’Aries (Ariete) Con Hamal, Sheratan e, se avete una vista da gatto, Mesartim. Visibili  sempre anche  Vega della Lira, Altair & C dell’Aquila, il Dragone, Ercole e, più in basso nell’immagine, verso W e SW, l’Ophiuchus, Antares dello Scorpione appena sotto Giove,  qui non ben visibile, ma all’altezza della scritta Antares  e ancora brillantissimo (magnitudo  -2.1,)quindi, verso dx,  la Corona borealis e Arcturus in Bootes (il Mandriano) mentre ancora più a dx si intravede la coda dell’Orsa che (con Alioth Mizar e Alkaid) può servire a individuare questa stella color rosso-arancio molto luminosa, comunque assai ben visibile, dato che ha magnitudo addirittura superiore di pochissimo alla bianco-azzurrina Vega. Qui al margine nord siriesce a vedere anche la Stella Polare e l’Orsa minore. con Cochab e Pherkad, vicine ad essa  per magnitudo(~ +2)La situazone cambia ovviamente con il tempo.

 

ll Direktor  ci informa che,  considerando i molti vegetali presenti nel panorama politico del centrosinistra italico,Ulivo, Quercia, Rosa nel pugno(sulgrugno?) Margherita usw,  ha trovato il simbolo per il“nuovo” partito demoocratico:Il Crisantemo, mentre il motto potrebbe essere Libertas.

*Usate Visualizza e Zoom se i caratteri sono per voi troppo piccoli. *

***************************************************************

Segnaliamo in libreria

* Luca Matri  card i  ci  pre s e ta un ag  ile libretto intitolato                  

*  Questa non è la storia di Pinocchio. Il testo ha una sola regola: la  capacità   di infrangere qualunque regola, ma  usa versi e ritmi non ortodossi con  una sua precisa coerenza. Del resto non è nelle rime e nei ritmi che l’Autore  dà  il meglio di sè, ma nella grafica con magnifiche mmagini e righe   che occupano spesso allegramente due pagine contigue. La  scritta qui sopra,  buttata giù  alla meno peggio da una incompetente offre  solo un’ombra vaga di certi elementi della grafica di Luca, .(bianca u.)

***************************************************************

Consultate i siti dell’UAI, di Torino Scienza, del CICAP.

***************************************************************

Tra le notizie che quasi non fanno più notizia:

-I terroristi  dell’esercito di Bush anche in questi giorni stanno bombardando e uccidendo “per errore”tanti civili in Iraq, prima di decidersi ad abbandonare il Paese teatro di una loro nuova vergognosa sconfitta.

-Tra le allvioni di questi giorni c’è anche quella disastrosa del Nord Corea. Si spera che i soccorsi, se richiesti, arriveranno anche lì

***************************************************************

     

 

A proposito di fucili, delle idiozie  della lega sull’  inesistente padania

    ed altre squallide amenità, ricordiamo a tutti i nostri lettori che se la  stupida minaccia dell’uso delle armi dovesse andare  appena un po’ oltre la fanfaronata verbale, le nostre Forze di Polizia, i Carabinieri e tutti gli altri corpi armati dell’Esercito Italiano sanno da che parte stare, cioè con gli organi costituzionali della Repubblica contro qualunque separatismo  mafioso e fascista. I Cittadini italiani che non vogliono macchiarsi di un odioso tradimento della Repubblica una e indivisibile sapranno che risposta dare a chi, con  tutti i soldi che  ricorda di possedere, sembrerebbe prefigurare un esercito padano (sempre color cioccolato) e la Magistratura della Repubblica non ha bisogno di suggerimenti per verificare se le smargiassate leghiste siano  già un reato punibile secondo le leggi. La condanna va sempre al “peccato” che quando è fatto è fatto (non ci piove), e mai al “peccatore” che si può redimere se lo vuole e non è  totalmente scemo. Si tratta di continuare la Costruzione dell’Europa, non di dividere l’Italia come prima di Mazzini, Garibaldi, Cavour o come ai tempi sciagurati della repubblichina “sociale” dei maestri di certi parlamentari della destra italica.Demòpolis esprime  intanto tutto il disprezzo dei democratici per le fanfaronate di cui sopra e per gli individui che le blaterano (Alfio C.)

===============================================================

Non pretendiamo ovviamente che tutti siano talmente pazzi da condividere le nostre idee, i simboli che sintetizzano le nostre posizioni politiche  und so  weiter, ma crediamo che la pazzia sia la sola risposta possibile al conformismo, all’idiozia, al perbenismo  imperanti  in tanti ambienti. E le nostre posizioni politiche sono assurde solo per quelli che  non capiscono che la loro “saggezza è egoismo che li rende ciechi e può portare tutti alla rovina. Per quanto tempo ancora, secondo i loro meschini calcoli, oltre un terzo degli abitanti della Terra si contenterà di vivere peggio degli animali dei signori e un altro terzo   senza altre possibilità oltre al tirar la cinghia? E non vedono le tante crepe  che già mostra il loro brutto casermone. Peggio per loro!

Ma non fatevi mai ingannare  neppure dai saggi  che vendono i numeri al lotto (perché non li giocano essi stessi?) né  dagli astrologi che non hanno mai scoperto neppure una particella di polvere interplanetaria e non hanno mai  avuto una minima base scientifica in 2.500 anni di chiacchiere e di imbrogli che si sono sempre fatti ben pagare, né da  guaritori, chiromanti, pranoterapeuti, cartomanti, sensitivi/e tante volte pescati/e con le zampe nel sacco ed altri professionisti delle pseudoscienze Questi signori incamerano ogni anno  moltissimi miliardi di € e sono reclamizzati dai televideo nazionali che sono quindi complici dei loro imbrogli, ancora una volta a danno della parte più  ingenua e indifesa della popolazione. Tra le pseudoscienze noi poniamo senza ombra di dubbio  anche l’Ufologia con tutta la plètora di pseudoavvistamenti che i fanatici pseudoavvistatori, tirandovi per la manica pretenderebbero di imporre come verità. Non è scienza una disciplina che tratta di oggetti non identificati senza poter produrre uno straccio di prova dei pretesi avvistamenti.  Sulla base di ipotesi ragionevoli sono  gli scienziati, astronomi, fisici, chimici et ceteri a ricercare tracce di possibili altre forme di vita nell’Universo e  anche di segnali intelligenti da altri sistemi planetarî,  mentre da decenni inviano  a loro volta segnali radio et similia e non si scoraggiano se per ora non si sono avuti  successi decisivi,  ma intanto non sono certo gli ufo”logi” che stanno scoprendo   corpi con masse di tipo planetario intorno ad alcune stelle più o meno vicine.

(La redazione).

============================================

Le pulci nell’orecchio di Lucia Fiabon :

1 = Non vediamo mai l’inizio di Super Quark, anche se apprezziamo le battaglie di Piero Angela  & C  per un’informazione corretta e completa (v. art di L. F. Schlinger  del 1979 nel sito indicato qui sotto) solo perché riteniamo la versione modernizzata della famosa aria dalla Suite n. 3 di J.S. Bach un’ idiozia. Bach  è sempre contemporaneo e non ha bisogno di farsi “modernizzare” da Angela o da altri. Di questo passo si arriva a fare l’Ave Maria di Schubert  in  versione liscio romagnolo alle feste dell’Unità (unità con chi?).

2= Demòpolis sta collezionando una serie di inutili anglicismi che servono solo a mostrarsi come si dice? trendy? ovvero ossequiosi  verso i padroni USA (e getta) come ogni bravo Stiefellecker.

3= Il Governo Prodi  tasserebbe i risparmi con un’aliquota uguale per  chi ha duemila € e per chi ne ha due milioni? Mi sono detta: hai capito male. Che davvero si  tenda a fare le parti uguali tra ineguali? Come dire a un bambino e ad un  gigante di sollevare mezzo quintale. Che si tratti di un governo Frodi? Ma speriamo che le sinistre ne impediscano il suicidio. Non vogliamo tornare a farci sgovernare dal casotto delle bla-bla-bla. 

4 = Ad alcuni  noti contribuenti  che incamerano in un intero lungo anno (caspita!) poche decine di milioni di € (poche ventine di miliardi delle vecchie lire) lo Stato fa uno sconto. In pratica permette il furto,  anziché punirli dopo che  l’indagine ha verificato i colossali introiti. Si veda per confronto il punto 3.

 5 = Mi sono chiesta se non sia il caso di completare la disciplina che impone ai veicoli il tanto contestato uso delle luci di giorno e mi sono detta che sarebbe molto opportuno farlo: un’auto scura sull’asfalto scuro può non essere vista, mentre anche con le sole luci di posizione la si nota molto meglio.

6= Le vallette che si presentano seminude in tante trasmissioni televisive (facciano pure, naturalmente!) dovrebbero essere affiancate, per la parità di condizioni  tra i sessi, da valletti che potrebbero sempre mettersi  un paio di mutandine in testa.

7=Mi sento sprecona,: dopo aver indicato di consumare più batterie, pòiché i signorini della lega hanno ridotto la loro fanfaronata al boicottaggio delle lotterie,  noi di Demòpolis  esortiamo i cittadini a giocare per qualche tempo un po’ di più  senza rovinarsi  poiché siamo  d’accordo in linea generale con.  le  battaglie  di  Beppe Grillo c sul lotto &  giocate affini che in  un prossimo futuro potranno essere drasticamente ridotte.  Ma così vedremmo  bene l’effetto  “lega”  per le entrate dello Stato che dovrà comunque rispondere dell’uso che ne farà.

 

 

                         

A tutti In bocca al lupo , poiché pericolosi per gli uomini non sono  certo i lupi, ma i cani “da difesa” quali  certi armamenti USA e certi  sciagurati soldati  cui si impone come ai cani di difendere gli interessi dei loro padroni a costo di ferire e uccidere tanti innocenti  senza difesa. Es lebe  immer der Wolf, Viva  sempre il Lupo!

 

Inoltrate Demòpolis per punire i vostri nemici e annoiare i vostri amici. Consultate  il sito www.luciusfabi.it con gli arretrati di Demòpolis.  Non c’è sonnifero migliore.Inviate le vostre critiche preferibilmente con tendenze distruttive: sono sempre graditi segni della vostra eroica attenzione.

 

Auf wiedersehen ai nostri lettori.

(vidit director lfs)